CONSIGLI PER TRASLOCARE

Consigli per chi deve affrontare un trasloco!

Consigli per chi deve affrontare un trasloco30 giorni prima

Scatoloni

È arrivato il momento di iniziare a “inscatolare” la casa: ecco qualche consiglio per fare le cose per bene:

  • Comincia subito: inevitabilmente ci si accorge sempre di avere molte più cose del previsto!
  • Se provvedi da te all’inscatolamento, devi rifornirti di scatole e scatoloni, di nastro adesivo, di corde e di un pennarello grosso. (dipende dagli accordi presi)
  • Nuovo o usato? potrebbe succedere che si riutilizzi cartoni già usati per altri traslochi. Non c’è nulla di scandaloso in questo modo di agire: evitare sprechi, non buttando via ciò che può servire ancora, è il modo più intelligente per offrire al cliente la stessa qualità di servizio ma ad un prezzo più basso… e come abbiamo già visto, i cartoni sono molto costosi. In ogni caso è tuo diritto chiedere in anticipo se gli scatoloni che verranno usati siano nuovi o riciclati e, se davvero preferisci, pagare eventualmente di più per averli tutti nuovi.
beforeafter

Imballaggi

Non ti dimenticare di prendere anche materiale adatto ad imballare le cose fragili, come piatti o specchi.

In genere si proteggono dagli urti avvolgendoli in pluriboll (che è quel materiale trasparente con le “bolle che scoppiettano”: al dettaglio lo trovi presso le ditte di scatole, venduto al metro). Diversamente potete richiederlo a noi stessi.

Giornali e quotidiani sono materiale da imballaggio a costo zero e sono sorprendentemente efficaci per gli oggetti non fragili ed è insuperabile come materiale di riempimento. Inizia perciò a tenere da parte i giornali (specie quotidiani): ti serviranno.

È il momento di svuotare

Proprio come le pulizie di primavera, il trasloco è un’opportunità per dare via o buttare ciò che non serve più.

E a proposito di svuotare: comincia a consumare il contenuto del freezer ed eventuali scorte di cibo: è sempre un peccato buttarne via!

Consigli per chi deve affrontare un trasloco15 giorni prima

Non aspettare

Se non hai ancora cominciato, mettiti subito a preparare gli scatoloni!

Permesso di suolo pubblico

Per il trasloco è necessario fare un permesso di suolo pubblico per cui è necessario recarsi presso i vigili del quartiere di carico e richiederne il modulo. E’ possibile comunque chiedere alla ditta di traslochi di sbrigare questo aspetto burocratico.

Le utenze: gas, luce e acqua...

Se non lo hai ancora fatto devi, con urgenza:

  • telefonare al numero verde 187 della Telecom, se vuoi avere un recapito telefonico subito, non appena ti trasferisci nella nuova casa;
  • controllare che l’eventuale inquilino precedente non abbia conti in sospeso che potrebbero in qualsiasi modo crearti problemi (per esempio informati, se ti trasferisci in un condominio, che tutte le spese condominiali siano state pagate);
  • provvedere a disdire i vecchi contratti della luce e del gas, e informarti per i subentri o per gli allacciamenti nella nuova casa

CONSIGLI PER CHI DEVE AFFRONTARE UN TRASLOCO7 giorni prima

Non aspettare oltre!

I pacchi dovrebbero essere già quasi tutti pronti! Se non lo hai già fatto, affrettati, se non vuoi trovarti in una situazione molto sgradevole.

Finisci di dare via quello che non vuoi portare con te.

Smonta le eventuali antenne satellitari.

Se hai piante devi prepararle per il trasporto: racimola alcuni bastoni per fissare gli steli o i tronchi e raccogli materiale adatto a fare involucri antiurto voluminosi e trasparenti.

Luce, gas e acqua

Se non lo hai già fatto, sbrigati a disdire i vecchi contratti della luce e del gas e informati per i subentri o per gli allacciamenti nella nuova casa.

La posta

Se non intendi usare il servizio di re-indirizzamento fornito dalle Poste, mettiti d’accordo con il portinaio (se l’hai) o con un vicino o se è possibile il nuovo inquilino perché ti rispedisca la posta che arriverà al tuo vecchio indirizzo.

Come funziona? Le Poste hanno un servizio che si chiama “SEGUIMI” (che ha un costo di 27,60€ all’anno per i privati) che permette, volendo, di “dirottare” tutti i messaggi a un indirizzo diverso da quello a cui sono stati spediti.

Se cambi casa è comodo usarlo, per ricevere direttamente al nuovo indirizzo tutta la posta inviata all’indirizzo vecchio.

Che cosa bisogna fare? Devi andare all’ufficio postale di smistamento (chiedi all’ufficio postale più vicino: nei Comuni più piccoli è quello centrale) e devi compilare un modulo apposito.

CONSIGLI PER CHI DEVE AFFRONTARE UN TRASLOCOChe cosa serve?

Carta d'identità

La tua carta d’identità, se vuoi che venga dirottata solo la posta indirizzata a te.

Autocertificazione di residenza

Se invece vuoi che venga dirottata la posta di tutto il tuo nucleo famigliare, allora devi portare anche un’autocertificazione di residenza.

responsive

Quanto dura?

Il servizio di reinderizzamento dura da tre mesi a 12 mesi.

Show Buttons
Hide Buttons